Pantelleria Trekking

ITINERARI DIVULGATIVI


Percorsi tematici, a sfondo storico, ambientale ed etnologico, per saperne di più... a km zero!
La civiltÓ dei Sesi

LA CIVILTÀ DEI SÈSI

− 3/4 ore. L'escursione si snoda nelle contrade di Cimillìa e Mursìa, tra il Villaggio e la Necropoli e i Sèsi, con un taglio esclusivamente storico.
Racconta la storia del primo popolo vissuto a Pantelleria (Bronzo Antico Finale - Bronzo Medio), a partire dal suo insediamento, tra Cala dell'Alga e Cimillìa: una moltitudine di capanne semi-interrate, difese da un'imponente barriera difensiva. Tra una dimora e l'altra dell'insediamento, affioreranno i tratti di questa civiltà, dalla modalità di costruzione delle capanne all'alimentazione, dagli usi, agli influssi culturali, fino al trascendentale e alla struttura sociale.
L'itinerario prosegue, quindi, nella città dei morti, tra gli innumerevoli Sesi sparsi tra Cimillìa e Mursìa: tumuli megalitici in pietra grezza, a cupola o tronco-conici (spesso a gradoni), con camere mortuarie circolari e aperture rettangolari con dromos. La narrazione si sofferma su queste enigmatiche vestigia, uniche al mondo, descrivendone la struttura e la tecnica di costruzione, e approfondendo il culto funerario che vi si praticava, alla luce delle più recenti campagne di scavo. Un viaggio nella nostra preistoria che suggerirete ai vostri amici e rammenterete con emozione.



Il Dammuso e l'architettura Pantesca

VIAGGIO NEL DAMMUSO E NELLE NOSTRE TRADIZIONI

− Circa 4 ore. Spazia tra Zinèdi e Sibà, con un taglio anche storico, geologico ed etno-antropologico. Il percorso illustra l'evoluzione del dammuso, dal più antico (cd. "Dammusu scimmia", di presumibile origine Tardo-Antica) ai nostri giorni, passando da tutte le fasi intermedie, con la nostra tradizione contadina sullo sfondo e una estemporanea parentesi vulcanologica.
Dopo una passeggiata tra i meandri di Sibà, l'itinerario raggiunge un classico opificio rurale, soffermandosi sulle caratteristiche architettoniche del dammuso e delle sue pertinenze: dalla ducchèna al passiatùri, dal mulino al magasènu, fino all'inimitabile giardino pantesco, che da solo vale l'escursione. Vecchi miti e leggende metropolitane abbandoneranno il vostro retroterra, che si nutrirà dei segni della storia e della poesia del nostro mondo contadino… una spaghettata offerta dalla casa sazierà anche più esigenti. Ove possibile (senza costi aggiuntivi), il percorso si chiuderà in gloria entro una tipica cantina rurale, dove storia, architettura e antropologia si ricondurranno ad unità, nel segno dell'inebriante passito! Molto più che una lezione di architettura, quest'escursione delizierà lo spirito e il palato, in un clima di grande convivialità, nell'atmosfera senza tempo del podere pantesco… un'allegra e appassionante scampagnata, nella quale coinvolgere anche i vostri amici.



Nascita e declino di Cossyra

NASCITA E DECLINO DI COSSYRA

− 3/4 ore. Scorre, come in un libro, la nostra storia, viaggiando tra l'Acropoli punico-romana e vari siti di epoca Tardo-Antica e medioevale sparsi per l'isola, con un taglio meramente storico.
Il percorso, in tre tappe, inizia nell'Acropoli di San Marco e Santa Teresa, tra i resti dell'antica capitale dell'isola, fondata da Cartagine nella seconda metà dell'XIII secolo avanti Cristo: dal foro alla cinta muraria, dall'area sacra al caseggiato, dal sistema di viabilità alla rete di cisterne per il fabbisogno idrico. Il sito svelerà anche la storia della nostra comunità nei primi secoli d'influenza punica ed in quelli successivi alla conquista romana, e frammenti del quotidiano che stupiranno per la raffinatezza e la forza di evocazione.
Dopo la narrazione sulle alterne fasi della disfida, a cavallo delle prime due guerre puniche, e sulla successiva epopea romana, al tempo del massimo splendore, la decadenza e l'abbandono del sito in luogo dell'attuale centro cittadino. Quindi, il declino dell'impero, la fosca stagione Tardo-Antica e i secoli bui del Medioevo, tra miseria e orribili tragedie.
L'escursione procederà, in forma romanzata, tra le vestigia reali e immaginate di Scàuri-Scalo e Pantelleria-Centro, concludendosi al Castello e intorno alle reliquie del nostro centro storico sopravvissute al secondo conflitto mondiale… un affascinante tuffo nel passato di Pantelleria, da Yrnm a Cossyra a Pantalarea, che non vi farà rimpiangere il mare e che proporrete con entusiasmo ai vostri più cari amici!.



Dalla preistoria ai giorni nostri

DALLA PREISTORIA AI NOSTRI GIORNI

− Entro 8 ore. Una full immersion nella nostra storia, tra tutti i siti archeologici di Pantelleria: dall'insediamento preistorico dei Sesi, all'Acropoli e alle altre vestigia punico-romana, all'insediamento vandalo di Scauri-Scalo, alle necropoli tardo-antiche sparse per l'isola, fino al Castello medioevale.
L'itinerario incrocerà le orme del passato tra Cimillìa e Mursìa, nelle colline di San Marco e Santa Teresa, sul crinale di Zighidì, e ancora a Scàuri-Scalo, ai Gibbiùna, tra Cala Levante e Cala Tramontana, sullo Specchio di Venere, fino al Castello e ai resti del Centro storico sopravvissuti alle II guerra mondiale.
Una robusta pausa pranzo e un tuffo tra l'Elefante e Sutta Mattè, vi rimetteranno in carreggiata, in questa lunga escursione nella nostra storia, dedicata agli appassionati della materia… una carrellata di emozionanti scoperte, che stupirà chiunque abbia vissuto l'isola solo in funzione del mare.



I segreti della nostra storia

I SEGRETI DELLA NOSTRA STORIA

− 3/4 ore. Un avventuroso percorso a tappe tra i siti archeologici dell'isola, sconosciuti o dimenticati, di epoca preistorica, tardo-Antica e Medievale.
Quando l'avventura incrocia i segni della storia, Pantelleria Trekking non manca mai all'appuntamento, con una poker d'assi di grande impatto suggestivo: quattro mete d'interesse storico, al di fuori dai cliché tradizionali e sconosciute dagli stessi archeologi.
Si tratta di luoghi impervi e di cui si è persa la memoria, raggiungibili su percorsi avventurosi e a volte ai limiti del trekking estremo… un'escursione elettrizzante, degna di Indiana Jones, che vivrete da protagonisti e non dimenticherete mai.



Sulle orme dei Briganti

SULLE ORME DEI BRIGANTI

− 3/4 ore. L'escursione si snoda intorno al cratere di Kùddia Mida, il bosco sempreverde e la cima della Montagna Grande, fino alla remota Grotta dei Briganti. È una via di mezzo tra un itinerario da trekking (a discrezione) e un itinerario stradale, con un taglio divulgativo a carattere naturalistico e geologico, ed un finale storico. Si sofferma inizialmente sulla flora e sulle formazioni vegetali della nostra natura (la steppa mediterranea, la gariga, la macchia mediterranea e il bosco sempreverde), per proseguire con gli aspetti morfologici e genetici della nostra geologia, concludendosi con la storia dei briganti di Pantelleria: un'avvincente narrazione su una pagina oscura dell'insorgenza civile nel Meridione d'Italia post-unitario, dai tratti assolutamente originali, animata da 16 ribelli di storia ed estrazione sociale molto diversa tra loro. Il percorso è molto piacevole e priva di difficoltà, tra sentieri e tagliafuoco del Corpo Forestale (percorribili anche su mezzi a motore), con un tratto finale su strada, diretto alla cima della Montagna Grande, il "tetto dell'isola", che vi stupirà per la splendida veduta sul Gibèle e i lecci ammantati di licheni, tra banchi di lava e antiche vestigia degne d'una saga celtica… una passeggiata tra natura, storia e geologia, che toccherà il vostro immaginario e che non vedrete l'ora di replicare.



Itinerari Misti

ITINERARI À LA CARTE

− tempi da concordare. Mix di tappe personalizzate, sempre a sfondo divulgativo, a scelta dell'escursionista. Gli itinerari assembleranno elementi dell'uno o dell'altro percorso, sconfinando se del caso nel trekking, e aggiungendo mete balneari o termali, secondo uno schema programmato o l'estro del momento, spesso proposto dalla stessa isola e dall'avvicendarsi delle condizioni meteo.
Le escursioni possono essere prenotate in esclusiva, sia da gruppi che da singoli, con tempi e tariffe da concordare di volta in volta.
Scarpe da trekking, costumi, asciugamani e una buona dose di fantasia, saranno il bagaglio di queste escursioni, fuori dagli schemi ma non meno entusiasmanti e replicabili all'infinito… come in una magica roulette dove il bottino è sempre garantito: Pantelleria!